UNA STORIA DI AMORE, ARTE E MARMELLATA

Tutto comincio’ cosi’:

1979

Un piccolo bambino italiano osserva attentamente come su madre, Domenica Lo Russo, elabora artigianalmente, da buona italiana del sud; pane, pizza, pasta fresca, dolci appetitosi, biscotti, confetture, marmellate e altre conserve alimentari.

Il gusto e l’interesse di questo ragazzino per la elaborazione artigianale e la buona cucina vanno crescendo col tempo; perciò, man mano. nel suo stile di vita aumenta il consumo di prodotti freschi, naturali e salutari.

Nel frattempo in un altro paesino del sud della Spagna una piccola bambina osserva come, nei magazzini della casa in cui vive, suo padre e suo zio (I Fratelli Martínez) portino avanti la tradizione familiare dedicandosi al confezionamento, con marca propria, di zucchero, legumi e olio di oliva, nonché alla commercializzazione di altri prodotti alimentari per distribuirli ai supermercati di molte cittadine della zona.

sn_01

2009

sn_02

Il giovane italiano, avendo compiuto quarant’anni, durante uno dei suoi viaggi in India conosce la ragazza del sud della Spagna e decide di andare al più presto a trovarla nel suo paese.

Folgorato dall’allegra e accogliente vita del sud, sentendosi attratto dal destino e desideroso di dare una svolta alla sua esistenza, decide di lasciarsi alle spalle i suoi affari nel centro di Milano per fare l’affare della sua vita, cercando amore, serenità, ispirazione e contatto diretto con la natura.

Decidono insieme di andare a vivere in una típica casetta andalusa, che anticamente era stata utilizzata come panificio e negozio di alimentari dai nonni materni della ragazza; in particolare dalla nonna, Isabel Molina Sáez, che per il suo carattere dolce era molto amata da tutti e aveva lasciato un bellissimo ricordo nel suo paese natale di Chercos.

Un piccolo paese, accogliente e tranquillo, fondato negli anni 40 dall’affettuoso Antonio Sáez (fratello del nonno della ragazza), paese che nasce ai piedi dell’antico borgo di origine Araba: Chercos Vecchio, nella Sierra de los Filabres, ai confini con la Valle del Almanzora, nella provincia di Almería (Andalusia, Spagna).

snf03

2011

Il contatto con la natura e la tranquillità del nuovo ambiente dove viveva la ragazza ispirarono sia il ragazzo sia la ragazza (che, ovviamente, decisero di sposarsi), di mettere in marcia un’attività dove poter mettere in pratica le abilità che da sempre avevano coltivato.


sn03

2012

A pochi metri da casa loro, insieme al fratello della ragazza (che, venuto a conoscenza del bellissimo progetto, decide fin dal primo momento di partecipare), decidono di ristrutturare un antico edificio locale, di proprietà di Antonio Sáez Soriano, falegname del paesino e sindaco negli anni ‘80.




sn04
????????????????????????????????????

Dall’Italia, intanto, un buon amico dei personaggi di questa storia (di chiare origini genovesi) manifestava con insistenza il desiderio di partecipare al progetto, con lo scopo principale di mangiare chili di marmellata senza pagare.


2015

Terminata la ristrutturazione della vecchia falegnameria, questa si trasforma in un piccolo delizioso laboratorio artigianale, destinato all’elaborazione di prodotti molto particolari, fatti con cuore e arte “HeArt Made Food”.

Questa è la particolare storia della Lorusso y Sáez, S.L.; Unione di due culture Meditarranee, con ampia tradizione nell’elaborazione di alimenti artigianali, e di quattro persone unite dal sogno di offrire con amore dei prodotti totalmente unici, in grado di combinare la tradizione con idee innovative, moderne ed eleganti.

Fachada fábrica
Hisilicon Balong
IMG-20160309-WA0005
IMG-20160309-WA0013

Le belle favole iniziano e terminano coi ringraziamenti.

Per i nostri esordi è stato fondamentale poter contare sulla collaborazione e l’appoggio di familiari, amici e professionisti del settore. Specialmente i nostri carissimi amici Cris e Nana per la loro fede e assistenza incondizionata al nostro progetto. Moltissime grazie a tutti loro.